Hitachi con Goldman Sachs sale all’83% di Ansaldo STS e lancia un’opa

Affiancata da Goldman Sachs, Hitachi punta a conquistare la totalità di Ansaldo Sts.

Il gruppo giapponese, già azionista al 50,77%, ha infatti annunciato l’acquisizione del 31,7% della società in mano a Elliott a un prezzo di 12,7 euro per azione per un esborso complessivo pari a 807,5 milioni. La società si è impegnata a lanciare poi un’opa volontaria totalitaria sul residuo 17,5% del capitale.

“L’acquisto rappresenta un ulteriore traguardo chiave nella strategia del gruppo Hitachi finalizzata a renderlo un leader globale nelle soluzioni ferroviarie”, ha commentato Alistair Dormer, Ceo Railway Sistems Business Units di Hitachi. L’operazione era attesa dal mercato, alla luce del processo di consolidamento dell’industria dei trasporti e dopo la recente operazione di Alstom e Siemens che hanno firmato un accordo per la fusione.

Per Goldman Sachs ha agito un team composto dal co-head del cib Francesco Pascuzzi, dal managing director Marco Paesotto e dal vice president Emanuele Solidoro.

Hitachi con Goldman Sachs sale all’83% di Ansaldo STS e lancia un’opa

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram