giovedì 15 nov 2018
HomeIPO (De-listing/Dual-listing)La spac di DeAgostini e Banca Imi Ideami acquisisce Agrati

La spac di DeAgostini e Banca Imi Ideami acquisisce Agrati

La spac di DeAgostini e Banca Imi Ideami acquisisce Agrati

La spac del gruppo DeAgostini e Banca Imi, Ideami, trova la sua target. Si tratta del gruppo Agrati, fra i principali produttori mondiali di sistemi di fissaggio nel settore dei componenti per l’industria automobilistica, acquisita per 75 milioni di euro.

Il gruppo conta ricavi consolidati nel 2017 pari a circa 658 milioni di euro (di cui circa il 90% realizzati all’estero), un Ebitda Adjusted 2017 pari a circa 102 milioni e un utile netto di 52 milioni, è presente in Europa, Nord America e Asia, con 12 siti produttivi, 12 sales & application offices e cinque centri logistici.  Ai fini del concambio di fusione, ad Agrati è stato attribuito un Enterprise Value di circa 713 milioni che tenuto conto della posizione finanziaria netta al 31 agosto 2018 pari a 215 milioni circa e dei surplus assets pari a circa 8 milioni, determina un Equity Value di Agrati per 506 milioni.

A seguito della business combination, Agrati Holding – il cui azionista di controllo è Cesare Agrati – rimarrà azionista di maggioranza con una quota compresa tra il 62,7% e il 71,1% del capitale sociale risultante dalla fusione mentre il flottante sarà pari a una quota compresa tra il 33,2% e il 24,4%

Con l’ammissione alle negoziazioni sul mercato Aim Italia di Borsa Italiana, conseguente alla Fusione per incorporazione in IDeaMI, il gruppo Agrati avrà a disposizione nuove risorse finanziarie fino a 175 milioni dei 205 raccolti dalla spac (esclusi quindi i 75 milioni utilizzati per acquisire la società), per accrescere i piani di sviluppo, anche per linee esterne.

L’obiettivo è poi compiere il passaggio all’Mta, in particolare sul segmento Star,

Nell’operazione, IdeaMI è stata assistita da Bain & Company per la business due diligence, da PWC per la due diligence finanziaria e fiscale e da ERM Italia per la due diligence ambientale.

 Banca IMI e Banca Akros hanno agito quali Global Coordinator nel collocamento di Ideami. Banca Akros agisce quale Nomad e Specialist.

“Nei quasi 80 anni di vita, Agrati ha saputo distinguersi per dinamismo, innovazione ed eccellenza di prodotto, crescendo progressivamente sui mercati internazionali e divenendo a tutti gli effetti un player a livello globale – ha commentato Paolo Ceretti (nella foto), ad di Ideami -. Siamo convinti che il forte spirito imprenditoriale dell’azionista di controllo, la qualità del management e la dotazione di importanti nuovi mezzi finanziari apportati dalla business combination siano i giusti presupposti per assicurare al gruppo Agrati una nuova e importante fase di sviluppo”.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.