Lazard con Varde per il salvataggio di Impreme dei Mezzaroma

Affiancato da Lazard, il fondo Varde Partners ha acquisito il 40% di Impreme, holding immobliare del gruppo Mezzaroma. 

In particolare, il fondo guidato in Italia da Luca Malighetti ha rilevato i crediti finanziari vantati nei confronti della società da Mps, Unicredit, Aareal bank e Banco Bpm per un valore di 420 milioni di euro e dopo un aumento di capitale, Varde avrà il 100% dei crediti oltre alla quota di minoranza della società e si sarebbe anche impegnata a iniettare 75 milioni di euro per lo sviluppo di complessi residenziali dopo averne acquistato i mutui. Le tre sorelle, Barbara, Valentina e Alessandra, figlie del fondatore Pietro Mezzaroma, conserveranno il 60% della compagnia e la ceo Barbara Mezzaroma manterrà il suo ruolo. 

Nell’ultimo anno Varde, che gestisce circa 12 miliardi di dollari di asset dal suo head office di Minneapolis, si è distina particolarmente sul mercato italiano, complice il fardello dei non performing loans in pancia alle banche del nostro Paese. Ad aprile il gruppo ha acquisito il controllo del Gruppo Boscolo e del servicer Guber. Nel settore, Varde possiede già house builder in altri Paesi europei, Crest nicholson in UK e dos puntos in Spagna e intende quindi procedere sullo sviluppo residenziali in diverse nazioni. 

Lazard è advisor del fondo Varde e il team che ha seguito l’operazione è composto dal managing director Giacomo Liberti (nella foto), Paolo Dell’Orletta e Lorenzo Evangelista.

Lazard con Varde per il salvataggio di Impreme dei Mezzaroma

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram