Nomura con le Fondazioni per valutare l’operazione Poste Italiane – Cdp

I soci privati di Cassa Depositi e Prestiti, le Fondazioni bancarie associate all’Acri, si affidano a Nomura per valutare l’operazione di conferimento del 35% di Poste Italiane da parte del Tesoro. A riferirlo è Radiocor Plus, che ricorda come le Fondazioni, in virtù del meccanismo della maggioranza qualificata per le delibere pari all’85% del capitale, avranno un diritto di veto durante l’assemblea straordinaria che fra un mese dovrà approvare l’aumento di capitale funzionale al passaggio della quota di Poste in Cdp.

L’aumento di capitale riservato al Mef porterà a un incremento del patrimonio della società guidata da Claudio Costamagna e Fabio Gallia di circa 3 miliardi e quindi a una diluizione dei soci privati dall’attuale 18,4% del capitale a circa il 15%.

Nomura con le Fondazioni per valutare l’operazione Poste Italiane – Cdp

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram