Novadido, round da 6 milioni. Gli advisor

Utopia SIS al via il primo investimento in Novavido insieme con Alfasigma, Istituto Chiossone e Club2021 della famiglia Taini. Il progetto è incentrato sull’uso di protesi retiniche polimeriche e ha l’obiettivo di curare la degenerazione della retina.

Utopia SIS, guidata da Antonio Falcone (nella foto), Alfasigma, Istituto David Chiossone e Club2021 della famiglia Taini lanciano il round da 6 milioni di euro, suddivisi in due tranche, nella startup Novavido. L’aumento di capitale è necessario a favorire lo sviluppo industriale del prodotto e il conseguente ingresso sul mercato. 

Il primo round di investimento sarà di 1,4 milioni di euro, mentre il successivo, di circa 4,5 milioni arriverà allo scadere dei 24 mesi, e sarà legato al buon esito e all’implementazione del piano di ricerca e agli step di crescita.

Novavido nasce da un progetto di ricerca sviluppato nel corso di 10 anni dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) con la collaborazione dell’IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Verona) e le competenze tecnologiche di Alfasigma. 

Il progetto riguarda lo sviluppo di un dispositivo iniettabile e biocompatibile, definito “retina liquida”. Si basa sull’utilizzo di protesi retiniche polimeriche volte al recupero almeno parziale della vista.

Novadido, round da 6 milioni. Gli advisor

francesca corradi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram