Porta Vittoria, una fenice risorge dalle ceneri

Porta Vittoria nasce sulle ceneri dei disastri finanziari compiuti dai cosiddetti furbetti del quartierino. Ma il progetto ha una collocazione geografica invidiabile, grazie alla vicinanza con il centro di Milano. E così, quando la procedura fallimentare ha messo in vendita gli asset, Prelios Sgr si è fiondata sull’affare, acquisendo per il tramite di una proposta di concordato condivisa con il principale creditore del fallimento (Banco Bpm) il progetto con il Fondo Niche, fondo alternativo di investimento immobiliare partecipato indirettamente da alcuni fondi e conti gestiti o assistiti da York Capital Management Global Advisors….

Per proseguire nella lettura scarica il numero 132 di MAG

Porta Vittoria, una fenice risorge dalle ceneri

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram