Salini Impregilo e Idea Fimit per la nuova sede Eni a Milano

Idea Fimit Sgr, guidata da Emanuele Caniggia (nella foto) e gestore del fondo Milan Developent 1 di GWM Group , ha finalizzato l’acquisto del progetto e dell’area sulla quale sorgerà la nuova sede di Eni a San Donato Milanese, dove il colosso dell’energia occuperà il nuovo spazio in locazione.

La realizzazione della nuova sede sarà affidata a Salini Impregilo, che ha vinto il contratto per un valore di 171 milioni di euro.

Nel dettaglio, il nuovo centro direzionale sarà realizzato nel comune di San Donato Milanese, a sud-est della città, sulla base di un progetto dello studio statunitense di architettura Morphosis Architects guidato dal premio Pritzker Thom Mayne. Il complesso, con una gross leasable area di circa 65mila mq (net leasable area di circa 57mila mq) sarà costituito da tre uffici direzionali, una mensa aziendale, un centro conferenze, uno spazio espositivo e ospiterà 4.600 postazioni di lavoro. Il progetto, da completare entro 30 mesi, è stato concepito in modo da ricevere il certificato energetico LEED Gold e i tre uffici direzionali saranno connessi da ponti di collegamento.

L’”Icon Tower” sarà l’edificio più alto del complesso con undici piani fuori terra e ospiterà circa 1.300 postazioni di lavoro. La “Landmark Tower” sarà invece la struttura più grande, con una superficie di 23.700 mq, sui 65mila totali, distribuita su nove piani. L’edificio centrale sarà rappresentato dalla Skygarden Tower, che ospiterà anche un centro congressi. 

Salini Impregilo e Idea Fimit per la nuova sede Eni a Milano

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram