Spaxs raccoglie 600 milioni, in Borsa il 1 febbraio

Spaxs, la nuova Spac promossa da Corrado Passera (nella foto) e Andrea Clamer, chiude il collocamento delle azioni ordinarie raccogliendo dagli investitori 600 milioni di euro, a fronte di una domanda pari a 760 milioni. Un valore superiore all’obiettivo di raccolta inizialmente prefissato e pari a 4-500 milioni e che, specifica la società in una nota, renderà necessario provvedere al riparto dell’allocazione delle azioni. Ora lo sbarco in Borsa, sul segmento Aim Italia di Borsa Italiana, è previsto per il 1 febbraio.

La domanda registrata al termine del collocamento, avviato lo scorso 15 gennaio, è stata generata per i due terzi da investitori internazionali e per il resto da investitori italiani.

Passera e Clamer, promotori di Spax, sottoscriveranno azioni speciali per un ammontare di 18 milioni, equivalente al 3% della raccolta, pari a 1,8 milioni di azioni speciali senza diritto di voto, convertibili in azioni ordinarie al ricorrere delle condizioni e secondo le modalità previste dallo Statuto. Per quste  azioni ordinarie è previsto un impegno di lock-up di 12 mesi successivo alla conversione.

Il consiglio di amministrazione di Spaxs è composto da: Corrado Passera (Presidente esecutivo), Andrea Clamer, Massimo Brambilla e Maurizia Squinzi (Amministratore Indipendente).

Spaxs si distingue dalle altre numerose Spac (special purpose acquisition company) che di recente sono approdate alla Borsa milanese perché è focalizzata nel settore dei servizi finanziari e punta al “controllo gestionale di una società operante nel settore bancario e finanziario”, comparto che era stato esplicitamente escluso in precedenza da molte società.

L‘obiettivo è creare un operatore finanziario attivo nei servizi per le medie e piccole imprese, nel mercato dei non-performing loans e nell‘offerta di servizi ad alto tasso di digitalizzazione destinati anche alle famiglie.

Banca Imi e Credit Suisse hanno agito in qualità di Joint Global Coordinator e, insieme a Equita SIM, in qualità di Joint Bookrunner. Banca Imi agisce altresì in qualità di Nomad e Specialist.

SPAXS e i Promotori sono stati assistiti da The Boston Consulting Group (BCG). La società di revisione incaricata è Kpmg.

Spaxs raccoglie 600 milioni, in Borsa il 1 febbraio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram