Da Ubi Banca 60 milioni ad Ansaldo Energia

Ubi Banca ha erogato un finanziamento di 60 milioni di euro a favore di Ansaldo Energia per consentire alla società di proseguire nel processo di internazionalizzazione legato alla recente acquisizione della società svizzera Ansaldo Energia Switzerland AES. Il finanziamento, di natura corporate, è avvenuto con la compartecipazione di Simest (gruppo CDP).

Per la banca guidata da Victor Massiah (nella foto) si tratta del primo intervento legato all’Equity participation di Simest: uno strumento, regolamentato dalla Legge 100/90, che il gruppo Cassa Depositi e Prestiti sta utilizzando a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese italiane in aree extra UE in qualità di National Promotional Bank italiana accreditata presso l’Unione europea.

L’operazione, finalizzata all’espansione produttiva della società, prevede l’erogazione di un contributo in conto interessi da parte di Simest riferito al finanziamento erogato dalla Banca. Ansaldo Energia potrà quindi beneficiare di tale contributo grazie all’erogazione concessa da Ubi Banca, con una durata di sette anni. La scadenza è prevista il 30 ottobre 2024.

Quanto ad Ansaldo Energia, in Svizzera il gruppo, nel febbraio del 2016, ha acquisito le attività relative alle turbine a gas avanzate heavy-duty di Alstom.

Da Ubi Banca 60 milioni ad Ansaldo Energia

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram