venerdì 03 lug 2020
HomePrivate EquityCapvis, rotta su Milano

Capvis, rotta su Milano

Capvis, rotta su Milano

Se da questa parte delle Alpi il Covid-19 e il conseguente lockdown hanno congelato gran
parte dell’attività dei private equity, delle aziende e dei vari player del mercato, al di là delle Lepontine, in Svizzera, la vita non si è fermata.

Non che la regione sia stata immune al coronavirus: nel Paese si sono registrati 30mila contagiati e 1.900 morti e fin da fine febbraio il governo ha deciso delle misure di contenimento, come la chiusura delle attività non essenziali e dei confini, e il telelavoro per i soggetti più a rischio, ma non ha chiuso in casa i cittadini, confidando sul buonsenso delle persone e su «un sistema sanitario efficiente e pronto a gestire la situazione», racconta a MAG Giovanni Revoltella (nella foto), partner di Capvis, private equity nato in Svizzera nel 1990 con all’attivo investimenti per 3,5 miliardi di euro in tutta Europa, Italia compresa….

Per proseguire nella lettura, scarica il numero 143 di Mag

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.