martedì 07 apr 2020
HomeCambi di PoltronaInvestindustrial si rafforza in Cina, entra Michael Guan

Investindustrial si rafforza in Cina, entra Michael Guan

Investindustrial si rafforza in Cina, entra Michael Guan

L’epidemia di coronavirus non ferma l’attività dei fondi di private equity, neanche in Cina. È il caso ad esempio di Investindustrial che ha avviato strategia di ulteriore supporto alla crescita delle aziende in portafoglio in Cina e in tutta l’Asia, area in cui opera stabilmente da dieci anni dopo aver fondato una propria sede a Shangai nell’aprile 2010.

In particolare, il fondo guidato da Andrea Bonomi si rafforza con l’ingresso di Michael Guan (nella foto) con la carica di senior principal e chairman Asia. La sua significativa esperienza nella finanza aziendale e negli investimenti insieme al network di relazioni che Michael ha sviluppato in tutta l’Asia, rafforzeranno ulteriormente la capacità di Investindustrial di operare a livello globale.

Guan andrà a guidare il team dedicato all’Asia che comprende attualmente quattro professionisti e che dovrebbe essere ulteriormente rafforzato nei prossimi mesi, spiega la società in un comunicato.

Dal 2017 Guan è stato chairman m&a per l’Asia del Nord presso Deutsche Bank mentre in precedenza è stato amministratore delegato di Edmond de Rothschild e Rothschild & Co. dove ha lavorato per tredici anni tra Hong Kong, Cina e Regno Unito nell’ambito della finanza aziendale, dei servizi di consulenza per l’m&a e per investimenti in private equity.

Investindustrial continua a supportare il suo portafoglio di aziende, principalmente europee, nello sviluppo nella regione asiatica che rappresenta l’11%, cioè 900 milioni di euro delle vendite totali delle società del gruppo. In particolare, prevede che la Cina, che rappresenta solo il 3% delle vendite delle società attualmente in portafoglio, abbia una significativa prospettiva di crescita nel lungo termine.

“Siamo fermamente convinti che la Cina e il resto dell’Asia rappresentino un’importante opportunità di crescita per le società in portafoglio ed essere presenti nell’area è vitale per rimanere competitivi su scala globale”, ha commentato Bonomi.

Sul fronte Esg, Investindustrial ha recentemente annunciato che diventerà “carbon positive” a livello di gruppo entro la fine del 2020, compensando oltre il 100% delle emissioni di carbonio dei suoi fondi attraverso progetti proprietari dedicati alla salvaguardia dell’ambiente che si concentrano principalmente nell’evitare la deforestazione e nella tutela degli ecosistemi costieri marini.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.