L Catterton e Ambienta si prendono Pibiplast

L Catterton e Ambienta uniscono le forze e acquisiscono Pibiplast, operatore leader nello sviluppo e produzione di packaging plastico per il mercato della cosmetica, con sede a Correggio (RE). La famiglia Bosi, fondatrice e attuale proprietaria dell’azienda, rimarrà nel capitale con una quota di minoranza. I termini della transazione non sono stati resi noti.

Nell’operazione L Catterton, che ha agito con il managing partner Andrea Ottaviano (nella foto), è stata affiancata, in qualità di advisor, da Pirola Corporate Finance (M&A) con un team composto dal partner Ludovico Mantovani e dal senior manager Paolo Tramoni, Goetzpartners (due diligence di business), KPMG (due diligence finanziaria) ed Electa (structuring).

Ambienta, a lavoro con Mauro Roversi, partner e chief investment officer, è stata affiancata, in qualità di advisor, da Equita SIM (M&A e debt advisory), per il quale ha lavorato sia il team Investment Banking coordinato da Tommaso Poletto che il fondo del credito gestito da Paolo Pendenza e con un team composto da Luigi Cutugno, head of debt advisory, e Francesco Asaro, associate,  Long Term Partners (due diligence di business), KPMG (due diligence finanziaria) ed EY (due diligence ESG).

Pibiplast e la famiglia Bosi sono stati affiancati, in qualità di advisor, da Banca Akros (advisor finanziario) con un team composto da Giuseppe Puccio, Alessandro Erbanni e Luca Morello.

Fondata nel 1954, inizialmente come produttore di packaging plastico per l’industria farmaceutica, Pibiplast è stata tra i pionieri nell’adozione di soluzioni di packaging eco-sostenibili. L’azienda si è specializzata nei settori della cosmetica e del make up attraverso una serie di acquisizioni strategiche e investimenti in tecnologie all’avanguardia. Attualmente Pibiplast opera nel Nord Italia attraverso quattro stabilimenti produttivi, servendo oltre 500 clienti localizzati in 35 Paesi del mondo ed offrendo un’ampia gamma di prodotti standard e soluzioni su misura per i brand globali della cosmetica e per i promettenti dinamici marchi indipendenti. La società negli scorsi anni ha intrapreso un importante percorso di crescita, grazie al quale ha chiuso il 2017 con un fatturato di circa €60 milioni.

Mentre si stanno sempre più diffondendo prodotti naturali e biologici per venire incontro alla domanda dei consumatori, l’industria cosmetica ha iniziato tardi a introdurre packaging eco-sostenibili. In questo scenario, a partire dagli anni novanta, Pibiplast è stata un pioniere della sostenibilità, guidando il progressivo abbandono dei materiali plastici più inquinanti e sostituendoli con plastiche riciclabili e caratterizzate da un minor impatto ambientale. Tale dinamica è proseguita con la recente introduzione di materiali più sostenibili come le bio-plastiche e le plastiche riciclate. Grazie alla sua posizione di leadership, Pibiplast ha sviluppato un forte vantaggio rispetto alla media del mercato nell’adozione di prodotti altamente riciclabili (63% di Pibiplast contro il 28% del mercato).

Insieme a L Catterton e Ambienta, Pibiplast punta ad accelerare la propria strategia di sviluppo sostenibile attraverso la promozione di soluzioni di packaging innovative basate su materiali eco-sostenibili, al fine di soddisfare le crescenti esigenze dei clienti in termini di minor impatto ambientale.

L Catterton e Ambienta si prendono Pibiplast

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram