mercoledì 23 set 2020
HomeIPO (De-listing/Dual-listing)Unidata, storia della prima matricola del 2020 – AUDIO

Unidata, storia della prima matricola del 2020 – AUDIO

Unidata, storia della prima matricola del 2020 – AUDIO

Ci vuole coraggio per decidere di salpare quando si sa di andare incontro a un mare in tempesta, cosi come ce ne vuole per decidere di quotarsi a Piazza Affari mentre tutt’intorno il terremoto provocato dall’epidemia di Covid-19 fa crollare come castelli di sabbia anche i titoli blue chip.

ASCOLTA L’INTERVISTA A FRANCO GAUDENTI, PARTNER E FONDATORE DI ENVENT CAPITAL MARKETS

Di coraggio, appunto, ne ha avuto Renato Brunetti, presidente e fondatore di Unidata, azienda romana attiva nel settore delle telecomunicazioni, nelle aree fibra&networking, cloud&data center e Internet of Things. Lunedì 16 marzo, mentre il FtseMib perdeva fino al 10% del proprio valore – per poi chiudere a -6% – e il FtseAim segnava -3%, l’azienda sfidava la bufera e proseguiva con la quotazione sul listino delle piccole e medie imprese, guadagnandosi il titolo di prima matricola del 2020 e 130esima realtà su Aim di Borsa Italiana.

«Unidata è stata convinta e decisa ad andare avanti fin dall’inizio, anche man mano che i giorni diventavano più complicati, spinta anche dalla risposta degli investitori che hanno sempre confermato il loro interesse e la loro vicinanza, tanto è vero che poi il book building ha visto a una richiesta tre volte superiore al target di raccolta», spiega in questa intervista (clicca in alto per ascoltarla) Franco Gaudenti (nella foto), ceo e partner fondatore di Envent Capital Markets, nomad e global coordinator dell’operazione nella quale Chiomenti è stato l’advisor legale, con un team composto dal partner Italo De Santis con l’associate Matteo Costantino, BDO ed EY sono state società di revisione, A2B consulente per i dati extra-contabili, DirectaSIM collocatore on-line e retail e Banca Finnat specialist e research provider.

In fase di collocamento Unidata ha raccolto 5,7 milioni, a fronte di richieste pervenute per oltre 14,4 milioni, per un flottante del 18% e una capitalizzazione è pari a circa 31,7 milioni. Al debutto, il titolo dell’azienda romana, non solo ha confermato il prezzo di collocamento, ma è riuscito anche a guadagnare oltre il 4% in una giornata campale per Piazza Affari.

Coraggio, dunque, ma non solo. Anche la consapevolezza di avere dei fondamentali solidi e un modello di business resiliente e che «ha convinto gli investitori: l’azienda lavora in un settore …

 

PER CONTINUARE LA LETTURA SCARICA GRATIS L’ULTIMO NUMERO DI MAG

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.