domenica 24 mag 2020
HomeCorporate Finance/M&ANewlat acquisisce 46,24% di Centrale del Latte e lancia opas. Gli advisor

Newlat acquisisce 46,24% di Centrale del Latte e lancia opas. Gli advisor

Newlat acquisisce 46,24% di Centrale del Latte e lancia opas. Gli advisor

Newlat Group ha sottoscritto un contratto per l’acquisizione del 46,24% del capitale sociale e dei diritti di voto di Centrale del Latte d’Italia (Cli), mettendo sul piatto 3 euro in contanti e un’azione Newlat Food per ogni tre titoli Cli. Per effetto dell’acquisizione, Newlat lancerà un’offerta di acquisto e scambio (opas) sulla parte restante del capitale di Cli.

Ubi Banca ha assistito Newlat Food come advisor finanziario dell’operazione, con un team guidato da Andrea Cacciapaglia (nella foto). Ubi e Banca Akros assisteranno Newlat Food nell’opas. Equita Sim – che ha operato con un team formato da Marcello DaverioAlessandro Papi e Alessandro Borzumati – ha assistito Newlat Group in qualità di advisor finanziario dell’operazione e l’affiancherà come advisor finanziario nell’ambito dell’opas.

Vitale & Co., con un team guidato da Alberto Gennarini e composto da Valentina Salari, Antonino M. Surace e Michele Carraturo, ha assistito i venditori come advisor finanziario dell’operazione.

A cedere la partecipazione in Cli, si legge in un comunicato, sono Finanziaria Centrale del Latte di Torino, Luigi Luzzati, Marco Fausto Luzzati, Carla Luzzati e Sylvia Loew. Per effetto della transazione, i venditori diventeranno azionisti Newlat Food, con una partecipazione, prima del futuro aumento di capitale a servizio dell’opas, pari al 5,3%.

Newlat Group detiene l’1,34% del capitale di Cli, quota che cederà a Newlal Food; quest’ultima di conseguenza, avrà in mano il 47,58% del capitale di Cli.

Ogni azione Cli viene valorizzata 1 euro in contanti e 0,33 azioni ordinarie Newlat Food.

Cli è una società attiva nella produzione e commercializzazione di circa 120 prodotti, ovvero latte e suoi derivati, yogurt e bevande vegetali, che vengono distribuiti con i marchi TappoRosso, Mukki, Tigullio e Vicenza.

L’operazione, recita la nota, “è finalizzata al consolidamento del mercato lattiero-caseario italiano… Il progetto industriale prevede che Cli diventi la piattaforma di riferimento per l’intero mondo lattiero-caseario dell’entità risultante dall’operazione, facendo leva, tra l’altro, sulle filiere produttive di alta qualità regionali della Toscana e del Piemonte e sulla continuità manageriale rappresentata da tutti i manager e collaboratori che saranno convolti nell’importante progetto di crescita sotto la guida di Angelo Mastrolia, presidente esecutivo di Newlat Food, ed Edoardo Pozzoli, già direttore generale e attuale amministratore di Cli”.

Pozzoli verrà inserito nella lista di candidati che Newlat Food intenderà presentare per la nomina dei componenti del consiglio di amministrazione di Cli per cui è stata convocata l’assemblea degli azionisti il 29 aprile prossimo.

Con l’integrazione di Cli, Newlat Food raggiungerà un fatturato di circa 500 milioni di euro, divenendo il terzo operatore italiano del settore milk & dairy.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.